Sanzionate dall’AGCM le principali aziende di ossigeno-ventiloterapia

Con l’irrogazione di sanzioni per circa 47 milioni di euro, si è concluso pochi giorni fa il procedimento nei confronti dei principali fornitori dei servizi di ossigenoterapia e ventiloterapia domiciliare, avviato nell’ottobre 2015 dall’AGCM per presunte violazioni dell’art. 2 l. 287/90 o 101 TFUE.

L’Antitrust ha infatti accertato l’esistenza di tre intese restrittive della concorrenza volte a manterenere artificiosamente alto il prezzo delle forniture e a cristallizzare il mercato, garantendo un equilibrio nel posizionamento delle imprese ed evitando l’ingresso a nuovi operatori.

Le tre intese, realizzate in occasione di gare ad evidenza pubblica, sono state ritenute dall’AGCM di particolare gravità.